Guidare il futuro con what3words e Next Future Transportation

I viaggi del domani si faranno su taxi, autobus e navette che si guidano da soli. Next Future Transportation  è un’azienda all’avanguardia nello sviluppo di moduli intelligenti e autonomi. what3words collaborerà con Next per fornire gli esatti indirizzi di 3 parole necessari per disporre di punti di ritiro e consegna precisi.

Viaggi di nuova generazione

Next è una soluzione di trasporto modulare eccezionale, progettata per spostare persone e prodotti nel modo più efficace ed efficiente possibile. I moduli super ecologici ed elettrici possono ospitare dieci persone nello stesso spazio che occupa una Smart. I moduli si collegano e scollegano tra loro in movimento, permettendo ai passeggeri di salire su richiesta e scendere in posti diversi.

Si possono inoltre collegare moduli personalizzati per fornire cibo, bevande e servizi di ufficio in movimento. Mentre sono collegati, i moduli creano un’area aperta, simile a un autobus, consentendo ai passeggeri di stare in piedi e andare da un modulo all’altro, ma anche di spostarsi tra le zone prima che si stacchino per poter continuare il viaggio.

Precisione assoluta

I veicoli autonomi richiedono una precisione millimetrica per determinare la propria posizione e il proprio percorso mentre viaggiano. Gli attuali metodi di mappatura non offrono assolutamente questo grado di precisione. Il puntatore di posizione creato da un metodo di ricerca tradizionale indica solitamente il centro di un edificio o di un codice postale, mentre il veicolo ha bisogno di sapere dove si trova l’ingresso dell’edificio o, ancora meglio, un marciapiede o uno specifico posto auto davanti a esso.

Nelle città dal rapido sviluppo come Dubai, anche i cartelli stradali e le banche dati degli indirizzi faticano a stare al passo con la crescita. I veicoli senza conducente non riescono certamente a funzionare con indirizzi imprecisi, complessi o mancanti perché non c’è nessun conducente che possa telefonare se l’automobile arriva nel posto sbagliato.

3 parole per chiedere un passaggio

Questi problemi nel determinare la posizione spiegano perché Next ha avviato una collaborazione con what3words. Il sistema globale di attribuzione degli indirizzi è in grado di indicare un quadrato univoco di 3 m x 3 m, in qualunque parte del mondo, con un semplice indirizzo di tre parole. 3waCallout_next

Con what3words, chi viaggia con Next potrà indicare il proprio indirizzo di di 3 parole come punto di destinazione o prelievo, tramite digitazione o comando vocale. Gli indirizzi di 3 parole sono semplici da ricordare e usare, e sono anche facili da condividere o da usare in un’app.

Ad esempio, un modulo Next può far salire un passeggero dal lato sinistro dell’entrata del centro commerciale dell’Emirates Towers Hotel all’indirizzo gala.internet.rehearsal e portarlo al miglior punto per surfare nell’angolo a sud ovest di Kite Beach a glowing.inventions.extra  Emmanuele Spera, CEO e cofondatore di Next ha dichiarato: “Il sistema what3words è fondamentale per il successo delle automobili senza conducente”. “Non puoi chiamare un’automobile senza conducente e spiegare esattamente dove si trova l’entrata del tuo palazzo. what3words è un sistema di individuazione degli indirizzi di nuova generazione che risolve questo problema”.

Una mappa per il futuro

La Roads and Transport Authority di Dubai (RTA) e Careem, compagnia multinazionale di trasporti, hanno firmato un accordo per poter utilizzare le navette elettriche automatiche di Next. Il progetto rientra in Dubai Future Accelerators, un programma di accelerazione supportato dal governo, stabilito per sviluppare una mappa futuristica dei settori chiave del Governo di Dubai.

Sua Altezza lo Sceicco Mohammed, l’emiro di Dubai, si è inoltre impegnato a rendere intelligenti e automatici il 25 percento dei trasporti entro il 2030. I test dei prototipi Next inizieranno nel 2017 in aree dedicate.   [formassembly formid= 4598650]

what3words sostiene

Scopri come usare what3words nella tua azienda